Inverno

Diavolezza

La diavolessa

Passionale, algida e ardente, tremendamente bella
Molti anni fa viveva sulla cima della montagna, Diavolezza la bella diavolessa. Di tanto in tanto veniva scoperta dai cacciatori, che la seguivano innamorati e poi precipitavano nel vuoto. Questo capitò anche al giovane Aratsch, alla morte del quale la diavolessa gridò lamentosamente «mort ais Aratsch», cioé «Aratsch è morto». Secondo la leggenda fu proprio questo grido a dare il nome al ghiacciaio del Morteratsch. Chi in inverno ama le forti emozioni, nel regno della splendida diavolessa è al posto giusto. Nella stagione fredda gli animi degli appassionati di sport si riscaldano con le discese dal ghiacciaio o al chiaro di luna, durante un’escursione di sci alpinismo, sulle piste preparate al top o una passeggiata invernale. Da non perdere la Jacuzzi a 3000 metri sul livello del mare e la regione da esplorare «Bernina Glaciers» con audio tour e Snow Climb Point. Per quanto riguarda la gastronomia, ci pensano due ristoranti a «riscaldare» il plato. Di certo in un giornata sulla Diavolezza non ci si perde nulla.

Piste

350 km di piste di alto livello promettono un’autentica esperienza sugli sci nella più vasta regione sciistica della Svizzera. Lascia le prime tracce sulla neve a partire dalle 08.00 del mattino sulle piste appena preparate e vivi un’esperienza indimenticabile In uno scenario alpino da favola.

Fatti e cifre

Diavolezza Challenge: tracciato riservato allo scialpinismo
Partenza: stazione a valle Diavolezza, 2088 m s.l.m.
Arrivo: stazione in vetta Diavolezza, 2978 m s.l.m.
Dislivello: 890m
Distanza: 4,5km
Segnaletica del percorso: pali gialli
Servizio piste e soccorso: T +41 81 839 39 03

-> Download Diavolezza Challenge PDF

Diavolezza Challenge

L’itinerario di sci alpinismo, che offre un percorso d’allenamento sicuro e dotato di segnaletica, si presta alla perfezione come terreno di allenamento per gli escursionisti che praticano con fervore lo sci alpinismo, ma anche per i principianti.

Il tracciato segnalato e riservato esclusivamente allo scialpinismo, conduce dalla stazione a valle fino alla stazione in vetta, superando i circa 890 m di dislivello accanto alle piste preparate. Questo progetto pioneristico offre per la prima volta agli scialpinisti un percorso d’allenamento sicuro e dotato di segnaletica. Gli atleti possono consegnare il loro bagaglio presso la stazione a valle e, una volta giunti in vetta, è pronto per essere ritirato presso il rifugio Berghaus Diavolezza. Su richiesta, al Berghaus Diavolezza sono inoltre a disposizione delle docce (asciugamano e sapone compresi).

Orario d’apertura: da sabato 12 gennaio a fine stagione, secondo gli orari di servizio degli impianti

Prezzo:

Adulti CHF 22
Ragazzi CHF 14.70
Bambini CHF 7.30
Engadin pass e valido

Servizio

  • Il trasporto dei bagagli è incluso nel prezzo. Inoltre puoi utilizzare le docce del rifugio Berghaus Diavolezza!
  • Consegna bagagli: biglietteria stazione a valle Diavolezza
  • Ritiro bagagli: Berghaus Diavolezza (scaffali per bagagli situati dietro la ricezione)
  • Doccia (asciugamano e sapone compresi) su richiesta nel Berghaus Diavolezza

Download informazioni & come comportarsi alla Diavolezza Challenge

Sci alpinismo

La Diavolezza è punto di partenza ideale per le escursioni nel cuore del noto massiccio del Bernina e la mecca dello sci alpinismo.

Da inizio inverno fino a tarda primavera, gli escursionisti possono approfittare di numerosi itinerari. Che si tratti dell’appassionato o del principiante, sulle vette di Diavolezza e Lagalb i livelli dei tour sono commisurati alle varie capacità degli escursionisti. I più esperti possono cimentarsi nella salita alla vetta del Piz Palü, mentre chi preferisce prendersela con comodo, segue i percorsi che conducono al punto «Gemsfreiheit» o alla Val Arlas. Gli ambiziosi che cercano un itinerario per allenarsi, optano invece per il tour di sci alpinismo con cronometraggio e sempre percorribile tra la stazione a valle e quella in vetta della Diavolezza.

Freeride

Neve fresca e una cornice grandiosa: nella regione Diavolezza-Lagalb si avverano i sogni dei freeriders.
100% di neve fresca immacolata: chi non sogna di sciare con queste condizioni? I sogni possono diventare realtà, nel paradiso del freeride al Diavolezza e Lagalb. Soprattutto quando si sceglie di essere accompagnati da una delle guide specialiste di  Go Vertical. Chi desidera vivere il meglio delle esperienze in neve fresca e fuori pista potrà anche affittare il materiale adatto.

Tante esperienze

Dopo una giornata ricca di avventure nel nostro scenario alpino da favola, rilassatevi al caldo nella Jacuzzi posizionata sulla terrazza esterna o arrampicatevi virtualmente sulla cima del Piz Palü per poi discendere con gli sci nella neve fresca e polverosa. Puoi usufruire del binocolo Swarovski Outdoor per tenere d`occhio freerider, alpinisti e i gracchi alpini.

Swarovski Optik

Il desiderio di poter guardare in lontananza

Il desiderio di superare nettamente i limiti della facoltà visiva e di poter guardare in lontananza è antico quanto l’umanità stessa. I primi sistemi di lenti furono sviluppati dall’astronomo italiano Galilei e dall’astronomo austriaco Keplero. La visione binoculare si basa ancora oggi sull’invenzione di Keplero del 1611. Il binocolo ha tradotto in realtà il sogno che, a memoria d’uomo, era di avere una visione pressoché «divina».

Ottica cristallina con SWAROVSKI OPTIK

Al rifugio Berghaus Diavolezza, nella zona con servizio della terrazza, mettiamo a tua disposizione gratuitamente un binocolo di SWAROVSKI OPTIK e sulla nostra piattaforma con vista sul «Salone delle Alpi» mettiamo a tua disposizione un telescopio ST Vista.

Sass Queder

Passegiata invernale

Oltre alla vicinanza al ghiacciaio, làrrivo della passeggiata invernale Sass Queder sul Diavolezza stupisce soprattutto per la sua vista spettacolare.

Il sentiero è segnato in rosso, e parte dal rifugio del Diavolezza seguendo per un paio di metri la pista da sci, verso il Piz Trovat con la sua via ferrata estiva e la stazione a monte della seggiovia del ghiacciaio. Il respiro è rotto dall'emozione per il paesaggio che appare in tutta la sua magnificenza: un panorama che spazia dalle Alpi austriache e sosta sulle vette maestose del Piz Kesch e Piz Linard.

La vetta italiana più impressionante è quella dell'Ortler, mentre alle spalle si ergono i famosi Piz Palü e Piz Bernina. Requisito: buone scarpe da montagna, il sentiero è battuto con la pala.

Bernina Glaciers

Ghiaccio eterno, neve e storie affascinanti

L’area avventurosa Bernina Glaciers ti porta alla scoperta di storie favolose. L’esperienza inizia alla stazione a valle con il panorama virtuale del Photo Point e l’audio tour. Cinque postazioni lungo il percorso dalla valle alla vetta ti fanno conoscere la storia movimentata della Diavolezza. Presso la stazione in vetta ti accolgono la grande piattaforma panoramica, il giardino degli ometti di sasso e lo Snow Climb Point. Sali sulla montagna di neve alta cinque metri e mettiti in posa per una foto da conquistatore delle vette.

Pontresina Tourist Information 7504  Pontresina
Corvatsch 3303
Corvatsch Park